Ristrutturazione del debito

Il Legislatore ha introdotto degli Istituti normativi ideati per facilitare gli accordi di ristrutturazione quali il concordato preventivo (art. 160 L.F.), l’accordo di ristrutturazione dei debiti (art. 182-bis L.F.) e il piano di risanamento attestato (art. 67 L.F.)

Grazie alla pluriennale esperienza in materia e nell’affiancamento delle aziende, i professionisti di Professional Partners  affiancano l’impresa in crisi, ma ancora in grado di generare valore, ad uscire dallo stato di instabilità e continuare la loro attività.

L’azienda, con l’ausilio dei nostri professionisti, redige la proposta di accordo con i creditori (fornitori, banche, fisco, enti tributari e previdenziali) in modo da poter godere di condizioni più favorevoli.

Il cliente è affiancato da un gruppo di specialisti in tutte le fasi della procedura: dall’importante fase di raccolta documenti, all’omologa del piano presso il Tribunale competente.

PRIVATI

Anche le famiglie e le piccole imprese possono fallire. Ma a differenza delle grande aziende non hanno il “privilegio” di portare i libri in tribunale. Se una famiglia non ce la fa più a pagare rate e bollette viene trascinata in tribunale dai suoi creditori e rischia di perdere tutto.

Ora è possibile liberarsi dai debiti e ripartire puliti.

Con l’approvazione della legge 3/2012, “Disposizioni in materia di composizione della crisi da sovraindebitamento”,  e con la nuova riforma fallimentare il Governo italiano ha introdotto misure strutturali indirizzate ai soggetti non fallibili che si trovano in una situazione di grave squilibrio finanziario e sono impossibilitati a far fronte agli impegni assunti. Tali strumenti  offrono  L’OPPORTUNITA’ DI RIPARTIRE DA ZERO e di riacquistare un ruolo attivo nell’economia senza rimanere oppressi dall’indebitamento.

Gli specialisti Professional Partners  offrono ai debitori una soluzione per risollevarsi dalla crisi; il lavoro di team che ogni giorno svolgiamo permette di vedere sempre tutte le possibili soluzioni, accompagnando il debitore dalla raccolta documenti all’omologa da parte de Giudice del piano di esdebitazione.